• Home
  • AH – 1G (Bell 209) Huey Cobra/”Snake” Helicopter-Naval Helicopter Association Historical Society

AH – 1G (Bell 209) Huey Cobra/”Snake” Helicopter-Naval Helicopter Association Historical Society

Il Bell AH-1 Cobra è un elicottero d’attacco monomotore a due pale prodotto da Bell Helicopter. È stato sviluppato utilizzando il sistema motore, trasmissione e rotore del Bell UH-1 Iroquois. Un membro della prolifica famiglia Huey, l’AH-1 è anche indicato come HueyCobra o Serpente.
L’AH-1 era la spina dorsale della flotta di elicotteri d’attacco dell’Esercito degli Stati Uniti, ma è stato sostituito dall’AH-64 Apache in servizio militare. Le versioni aggiornate continuano a volare con i militari di diverse altre nazioni. Le versioni bimotore AH-1 rimangono in servizio con il Corpo dei Marines degli Stati Uniti (USMC) come elicottero d’attacco principale del servizio. Gli elicotteri AH-1 in eccedenza sono stati convertiti per combattere gli incendi boschivi.

Strettamente legata allo sviluppo del Bell AH-1 è la storia del Bell UH-1 Iroquois—icona della guerra del Vietnam e uno dei più numerosi tipi di elicotteri costruiti. L’UH-1 rese pratica la teoria della cavalleria aerea, poiché le nuove tattiche richiedevano che le forze statunitensi fossero altamente mobili su una vasta area. A differenza di prima, non avrebbero resistito e combattuto lunghe battaglie, e non sarebbero rimasti e avrebbero mantenuto le posizioni. Invece, il piano era che le truppe trasportate da flotte di UH-1″ Hueys ” avrebbero spaziato in tutto il paese, per combattere il nemico a volte e luoghi di loro scelta.
Divenne presto chiaro che gli elicotteri delle truppe disarmate erano vulnerabili al fuoco di terra da parte dei Viet Cong e delle truppe nordvietnamite, in particolare quando scendevano per far cadere le loro truppe in una zona di atterraggio. Senza il supporto amichevole dell’artiglieria o delle forze di terra, l’unico modo per pacificare una zona di atterraggio era dall’aria, preferibilmente con un aereo che potesse scortare da vicino gli elicotteri da trasporto, e bighellonare sulla zona di atterraggio mentre la battaglia progrediva. Nel 1962 un piccolo numero di UH-1A armati furono usati come scorta, armati con più mitragliatrici e supporti per razzi.
La massiccia espansione della presenza militare americana in Vietnam ha aperto una nuova era di guerra dal cielo. Il fulcro delle tattiche dell’esercito americano erano gli elicotteri, e la protezione di quegli elicotteri divenne un ruolo vitale.

Bell aveva studiato elicotteri da combattimento dalla fine degli anni ‘ 50, e aveva creato un mockup del suo concetto di elicottero da combattimento D-255, chiamato “Iroquois Warrior”. Nel giugno 1962, Bell mostrò il mockup ai funzionari dell’Esercito, sperando di sollecitare finanziamenti per ulteriori sviluppi. L’Iroquois Warrior è stato progettato per essere un aereo d’attacco appositamente costruito basato su componenti UH-1B con una nuova cellula snella e una cabina di pilotaggio biposto in tandem. Era caratterizzato da un lanciagranate in una torretta a sfera sul naso, un 20 mm belly-mounted gun pod, e le ali stub per il montaggio razzi o SS.10 missili anticarro.
L’esercito era interessato e assegnò a Bell un contratto proof-of-concept nel dicembre 1962. Bell modificò un Model 47 nel Model 207 Sioux Scout che volò per la prima volta nel luglio 1963. Il Sioux Scout aveva tutte le caratteristiche chiave di un moderno elicottero d’attacco: una cabina di pilotaggio in tandem, ali mozzate per le armi e una torretta di cannone montata sul mento. Dopo aver valutato il Sioux Scout all’inizio del 1964, l’esercito ne rimase impressionato, ma sentì anche che il Sioux Scout era sottodimensionato, sottodimensionato e generalmente non adatto all’uso pratico.
La soluzione dell’esercito alle carenze dello Scout Sioux era quella di lanciare il concorso Advanced Aerial Fire Support System (AAFSS). Il requisito AAFSS ha dato vita al Lockheed AH-56 Cheyenne, un elicottero d’attacco pesante con capacità ad alta velocità. Si rivelò troppo sofisticato e fu cancellato nel 1972, dopo dieci anni di sviluppo. L’esercito ha cercato una maggiore sopravvivenza in un elicottero d’attacco convenzionale.

Allo stesso tempo, nonostante la preferenza dell’esercito per l’AAFSS–per il quale l’elicottero Bell non è stato selezionato per competere–Bell rimase con la propria idea di una cannoniera più piccola e leggera. Nel gennaio 1965 Bell investì $1 milione per procedere con un nuovo design. Accoppiando la trasmissione collaudata, il sistema di rotore” 540 ” dell’UH-1C aumentato da un sistema di aumento di controllo della stabilità (SCAS) e il motore a turboalbero T53 dell’UH-1 con la filosofia progettuale del Sioux Scout, Bell ha prodotto il modello 209. Il modello 209 di Bell assomigliava in gran parte al mockup “Iroquois Warrior”.
In Vietnam, anche gli eventi stavano avanzando a favore del Modello 209. Gli attacchi alle forze statunitensi stavano aumentando e alla fine di giugno 1965 c’erano già 50.000 truppe di terra statunitensi in Vietnam. 1965 era anche la scadenza per la selezione AAFSS, ma il programma sarebbe diventato bloccato in difficoltà tecniche e battibecchi politici. L’esercito americano aveva bisogno di una cannoniera provvisoria per il Vietnam e ha chiesto a cinque compagnie di fornire una soluzione rapida. Le osservazioni sono arrivate per le varianti armate del Boeing-Vertol ACH-47A, Kaman HH-2C Tomahawk, Piasecki 16H Pathfinder, Sikorsky S-61 e Bell 209.
Il 3 settembre 1965 Bell lanciò il suo prototipo Model 209, e quattro giorni dopo fece il suo volo inaugurale, solo otto mesi dopo il via libera. Nell’aprile 1966, il modello vinse una valutazione contro gli altri elicotteri rivali. L’esercito ha quindi firmato il primo contratto di produzione per 110 aerei. Bell ha aggiunto “Cobra” al soprannome Huey dell’UH-1 per produrre il suo nome HueyCobra per il 209. L’esercito ha applicato il nome Cobra alla sua designazione AH-1G per l’elicottero.
Il Bell 209 dimostratore è stato utilizzato per i prossimi sei anni per testare le armi e l’adattamento delle attrezzature. Era stato modificato per abbinare lo standard di produzione AH-1 dai primi anni 1970. Il dimostratore è stato ritirato al Patton Museum di Fort Knox, Kentucky e convertito a circa il suo aspetto originale.

Il design Bell 209 è stato modificato per la produzione. I pattini retrattili sono stati sostituiti da pattini fissi più semplici. Un nuovo rotore a lama larga è stato descritto. Per la produzione, una tettoia in plexiglass ha sostituito la tettoia in vetro blindato del 209 che era abbastanza pesante da danneggiare le prestazioni. Altre modifiche sono state incorporate dopo l’entrata in servizio. Il principale di questi era spostare il rotore di coda dal lato sinistro dell’elicottero verso destra per migliorare l’efficacia del rotore.
Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti era interessato al Cobra e ordinò una versione migliorata bimotore nel 1968 con la designazione AH-1J. Questo avrebbe portato a più varianti bimotore. Nel 1972, l’esercito cercò una migliore capacità anti-armatura. Nell’ambito del Programma di armamento Cobra migliorato (ICAP), le prove di otto AH-1 equipaggiati con missili TOW furono condotte nell’ottobre 1973. Dopo aver superato i test di qualificazione l’anno successivo, Bell fu assunto con l’aggiornamento di 101 AH-1Gs alla configurazione AH-1Q capace di traino. Dopo i test operativi AH-1Q, un motore T53 più potente e la trasmissione sono stati aggiunti dal 1976 con conseguente versione AH-1S. L’AH-1S è stato aggiornato in tre fasi, culminando con l’AH-1F.

Nel giugno 1967, il primo AH-1G HueyCobras era stato consegnato. Originariamente designato come UH-1H, la “A” per la designazione di attacco fu presto adottata e quando il migliorato UH-1D divenne l’UH-1H, l’HueyCobra divenne l’AH-1G. L’AH-1 fu inizialmente considerato una variante della linea H-1, con conseguente lettera della serie G.
I Cobra AH-1 furono utilizzati dall’esercito durante l’offensiva del Tet nel 1968 e fino alla fine della guerra del Vietnam. I Cobra fornivano supporto di fuoco per le forze di terra, elicotteri da trasporto scortati e altri ruoli, compresi i battaglioni di artiglieria aerea a razzo (ARA) nelle due divisioni di Airmobile. Hanno anche formato squadre “hunter killer” accoppiandosi con elicotteri scout OH-6A. Una squadra ha caratterizzato un OH-6 volare lento e basso per trovare le forze nemiche. Se l’OH-6 attirava il fuoco, il Cobra poteva colpire il nemico allora rivelato. Il 12 settembre 1968, il capitano Ronald Fogleman stava pilotando un F-100 Super Sabre quando l’aereo fu abbattuto ed espulso 200 miglia a nord di Bien Hoa. Fogleman divenne l’unico pilota ad essere salvato aggrappandosi alla porta del pannello di tiro di un esercito AH-1G. Bell costruì 1.116 AH-1G per l’esercito degli Stati Uniti tra il 1967 e il 1973, e i Cobra raggiunsero oltre un milione di ore operative in Vietnam; il numero di Cobra in servizio raggiunse il picco di 1.081. Su quasi 1.110 AH-1 consegnati dal 1967 al 1973 circa 300 furono persi in combattimento e incidenti durante la guerra. Il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha usato i Cobra AH-1G in Vietnam per un breve periodo prima di acquisire i Cobra bimotori AH-1J.
I Cobra AH-1T furono impiegati per l’Operazione Urgent Fury, l’invasione di Grenada nel 1983, volando in missioni di supporto ravvicinato e scorta di elicotteri, due dei quattro disponibili persero il fuoco antiaereo mentre attaccavano Fort Frederick. I Cobra dell’esercito hanno partecipato all’Operazione Just Cause, l’invasione statunitense di Panama nel 1989.
Durante le operazioni Desert Shield e Desert Storm nella guerra del Golfo (1990-91), i Cobra e i Supercobras si schierarono in un ruolo di supporto. L’USMC dispiegò 91 SuperCobras AH-1W e l’US Army 140 Cobra AH-1 di vari modelli; questi furono azionati da basi desertiche in avanti e disperse. Tre AH-1 sono stati persi in incidenti durante i combattimenti e in seguito. I cobra hanno distrutto molti veicoli corazzati iracheni e vari obiettivi nei combattimenti.
I Cobra dell’Esercito hanno fornito supporto all’intervento umanitario degli Stati Uniti durante l’operazione Restore Hope in Somalia nel 1993. Sono stati impiegati anche durante l’invasione statunitense di Haiti nel 1994. I Cobra statunitensi sono stati utilizzati anche in operazioni più tardi negli anni 1990.
L’esercito degli Stati Uniti ha eliminato gradualmente l’AH-1 durante gli anni 1990 e ha ritirato l’AH-1 dal servizio attivo nel marzo 1999, offrendoli agli alleati della NATO. L’esercito ritirò l’AH – 1 dalle riserve nel settembre 2001. Gli AH-1 in pensione sono stati passati ad altre nazioni e al Servizio forestale USDA. L’AH-1 continua ad essere in servizio con l’esercito degli Stati Uniti, dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti, che operano il bimotore AH-1W SuperCobra e AH-1Z Viper.

Bell 209
Originale AH-1G prototipo con retrattile skid carrello di atterraggio. Questo numero di modello è utilizzato anche dalla FAA per la registrazione civile di ex U. S. Army AH-1s utilizzati in servizio antincendio.
AH-1G HueyCobra
Modello di produzione iniziale del 1966 per l’esercito americano, con un turboalbero Avco Lycoming T53-13 da 1.400 shp (1.000 kW).
JAH-1G HueyCobra
Un elicottero per il test di armamento tra cui missili Hellfire e cannone multi-barile.
TH-1G HueyCobra
Addestratore a doppio controllo a due posti.
Z.14 HueyCobra
La Marina spagnola acquistò otto AH-1G di nuova costruzione, designando il tipo “Z-14”. Questi erano equipaggiati con il sistema di cannoni M35 da 20 mm e venivano utilizzati per supportare le pattuglie costiere. Quattro di questi sono stati persi in incidenti. Gli elicotteri rimanenti furono ritirati nel 1985, tre rimandati negli Stati Uniti e uno conservato in Spagna.
YAH-1Q
Otto AH-1Gs con XM26 Telescopic Sight Unit (TSU) e due M56 TOW 4-pack lanciatori.
AH-1Q HueyCobra
Equipaggiato con il sottosistema missilistico M65 TOW/Cobra, M65 Telescopic Sight Unit (TSU) e M73 Reflex sight. Tutte le versioni future saranno equipaggiate con il TSU e saranno equipaggiate per sparare il sottosistema missilistico TOW.
YAH-1R
AH-1G alimentato da un motore T53-L-703 senza sistema di traino.
YAH-1S
AH-1Q aggiornamento e sistema di traino.
AH-1S
La linea di base AH-1S è un AH-1Q aggiornato con un motore turboalbero T53-L-703 da 1.800 shp (1.300 kW). L’AH-1S è anche indicato come “AH-1S migliorato”,” AH-1S modificato “o” AH-1S(MOD) ” prima del 1988. (Prima del 1988, tutti gli aerei aggiornati erano indicati come varianti degli AH-1.)
QAH-1S
Una conversione del fuco dell’obiettivo degli AH-1S da Bell-Bristol aerospace nell’ambito di un programma congiunto di sviluppo degli Stati Uniti e del Canada iniziato nel 1994. Honeywell ha ulteriormente modificato il QAH-1S nell’Hokum-X installando sistemi e hardware per consentire di simulare l’elicottero d’attacco russo Kamov Ka-50. Tre Hokum-Xs sono stati completati dal 1998 al 2001.
AH-1P
100 aerei di produzione con i rotori compositi, cabina di pilotaggio di vetro della lastra piana e disposizione migliore della cabina di pilotaggio per il volo del pisolino di terra (NOE). L’AH-1P è anche indicato come “Produzione AH-1S”, o “AH-1S(PROD)” prima del 1988. Questi miglioramenti sono considerati Passo 1 del programma di aggiornamento AH-1S.
AH-1E
98 aerei di produzione con l’Enhanced Cobra Armament System (ECAS) con il sottosistema di armamento M97A1 con un cannone M197 da 20 mm a tre canne. L’AH-1E è anche indicato come il” Upgunned AH-1S”, o” AH-1S(ECAS) ” prima del 1988. Questi miglioramenti sono considerati Passo 2 del programma di aggiornamento AH-1S. Gli aerei AH-1E includevano il M147 Rocket Management Subsystem (RMS) per sparare razzi da 2,75 pollici (70 mm).
AH-1F
143 aerei di produzione e 387 Cobra AH-1G convertiti. L’AH-1F comprende tutti gli aggiornamenti di punto 1 e 2 all’AH-1S. Inoltre ha caratterizzato gli aggiornamenti di punto 3: un’esposizione capa-su, un telemetro del laser, un’emittente di disturbo infrarossa montata sopra lo scarico del motore ed un sistema di scarico infrarosso del motore di soppressione ed il sottosistema di dati dell’aria M143 (ADS). L’AH – 1F è anche indicato come “Modernizzato AH-1S”, “AH-1S Modernizzato Cobra”, o “AH-1S(MC)” prima del 1988.
Modello 249
Versione dimostratore sperimentale dotata di un sistema di rotore a quattro pale, un motore potenziato e attrezzature sperimentali, tra cui missili Hellfire.
Bell 309 KingCobra
Versione sperimentale per tutte le stagioni basata sui modelli monomotore AH-1G e bimotore AH-1J. Furono prodotti due Bell 309; il primo era alimentato da un motore PW&C T400-CP-400 Twin-Pac e il secondo era alimentato da un motore Lycoming T-55-L-7C.
Bimotore
Per tutte le varianti bimotore, come AH-1J, AH-1T, AH-1W e AH-1Z, vedere Bell AH-1 SuperCobra.

Leave A Comment