• Home
  • Curious facts about tears

Curious facts about tears

Un triste finale di film, una rottura, una cipolla tagliata a fette, un colpo o una contusione, o una risata possono portarci alle lacrime, un liquido che ha molte funzioni.

Le ghiandole lacrimali le producono continuamente e possono generare tra 55 e oltre 110 litri di lacrime all’anno, contribuendo così a mantenere la salute quotidiana degli occhi e comunicare emozioni.

Abbiamo più di un tipo di lacrime

Il nostro corpo genera tre tipi di lacrime:

Le prime sono lacrime basali, che lubrificano, nutrono e proteggono costantemente la cornea, una lente situata nella zona più frontale dell’occhio, che permette alla luce di attraversarla e protegge l’iride, la pupilla e la camera anteriore. Le lacrime basali servono come protezione costante per l’occhio dal mondo esterno e tengono lontano polvere e sporco.

Il secondo tipo di lacrime sono lacrime riflesse, che si producono quando gli occhi cercano di eliminare sostanze irritanti e dannose come fumo, corpi estranei o particelle, o alcune molecole contenute nella cipolla che irritano la cornea. Le ghiandole lacrimali rilasciano una quantità maggiore di queste lacrime rispetto alle lacrime basali. Possono anche contenere un numero maggiore di anticorpi per aiutare a combattere i batteri.

Il terzo tipo di lacrime prodotte dai nostri occhi sono lacrime emotive, generate in caso di gioia, tristezza, paura e altri stati emotivi. Alcuni esperti sostengono che contengono ormoni e proteine che non sono presenti nelle lacrime basali o riflesse.

Le lacrime hanno diversi strati

Le lacrime non sono solo saline, ma hanno anche una struttura che contiene enzimi, lipidi, metaboliti ed elettroliti. Hanno tre strati:

  • Uno strato mucoso interno che mantiene la lacrima attaccata all’occhio.
  • Uno strato acquoso medio che è il più spesso e idrata l’occhio, mantiene i batteri lontano e protegge la cornea
  • Uno strato oleoso esterno per mantenere la superficie dell’occhio liscia ed essere in grado di vedere attraverso di essa, così come per evitare altri strati di evaporazione.

Come produciamo lacrime?

Le ghiandole lacrimali si trovano sopra ciascun occhio e sono responsabili della produzione di lacrime. Ogni volta che sbattiamo le palpebre, le lacrime vengono distribuite sulla superficie degli occhi e drenate attraverso i puncta lacrimali, piccoli fori situati negli angoli della palpebra superiore e inferiore. Quindi, viaggiano attraverso canali lacrimali e poi attraverso un condotto fino a raggiungere il naso, dove vengono evaporati o riassorbiti.

In alcuni casi, i canali lacrimali possono presentare ostruzioni. Nei bambini, questa è una condizione che spesso si risolve da sola; nei casi adulti, può essere dovuto un’infezione dell’occhio, un’infiammazione, una lesione o un tumore e potrebbe condurre ad altre circostanze dell’occhio, quale dacryocystitis, un’infiammazione nel sacco lacrimale.

Quando produciamo una grande quantità di lacrime emotive, bloccano il sistema di drenaggio lacrimale, che fa fuoriuscire le lacrime dai nostri occhi e rotola giù per le nostre guance.

La produzione di lacrime diminuisce con l’età

La produzione di lacrime basali si riduce nel tempo e può portare allo sviluppo della sindrome dell’occhio secco, una condizione abbastanza comune nelle persone che sperimentano cambiamenti ormonali, come le donne durante la gravidanza o la menopausa. Inoltre, l’uso di lenti a contatto e di alcuni farmaci come antistaminici o antidepressivi può anche portare a secchezza oculare, che, a sua volta, può causare una maggiore disposizione a soffrire di blefarite, che è una causa comune di irritazione e infiammazione delle palpebre.

Quando sperimentiamo l’occhio secco, è consigliabile consultare un oculista e attenersi alle seguenti linee guida per una migliore umidità dell’occhio:

  1. Lampeggia più spesso. A volte, specialmente quando lavoriamo con gli schermi per un lungo periodo, la frequenza dei lampeggi è ridotta. Pertanto, è importante lampeggiare più spesso e, quindi, idratare meglio i nostri occhi.
  2. Le lacrime contengono un elemento grasso simile agli acidi grassi omega-3 e omega-6, che sono presenti nelle noci e nei pesci. Pertanto, si raccomanda di mangiare questo tipo di alimenti.
  3. Sia l’aria secca proveniente da ambienti interni condizionati, sia il vento proveniente dall’esterno possono essiccare i nostri occhi, motivo per cui è importante utilizzare umidificatori ed evitare ambienti ventosi o utilizzare occhiali da sole per proteggere gli occhi dal vento.

Leave A Comment