• Home
  • FAQs Sikh Faith

FAQs Sikh Faith

Significato del turbante

Per comprendere il significato spirituale del turbante, si deve comprendere la storia e la filosofia dei Sikh.

I Sikh si oppongono con veemenza al trattamento differenziale delle persone per ragioni come il genere, la razza o la religione, che si riflette negli insegnamenti, nelle filosofie e nelle pratiche Sikh. Credono nell’abolizione delle distinzioni di classe (come un sistema di caste di gerarchia sociale) e denunciano la persecuzione degli individui sulla base di distinzioni come razza, credo, genere, etnia, credo, tradizione o stile di vita. Scrittura Sikh rimane universalmente unico in quanto dimostra molti dei principi di uguaglianza che Sikh credono in. Le donne hanno un ruolo significativo nelle scritture Sikh, che in molti luoghi sono scritte con la voce femminile e riflettono una credenza in un Dio che viene indicato come madre e padre.

Guru Nanak (1469-1539) ha ispirato le persone a sentire la presenza di Dio attraverso il duro lavoro, la famiglia, il servizio alla comunità e la difesa degli oppressi. Una pietra angolare della sua filosofia era l ” emancipazione delle donne, che ha affrontato la discriminazione significativa nel 16 ° secolo in India.

Nella società in cui viveva Guru Nanak, alle donne era richiesto di coprirsi il volto davanti agli uomini, in segno di umiltà e rispetto per gli uomini, che detenevano uno status sociale più elevato rispetto alle donne. Guru Nanak ha respinto questa tradizione, e ha dichiarato che nessuna donna dovrebbe essere richiesto di coprire il suo volto davanti all’uomo, dal momento che Dio aveva creato gli uomini e le donne come uguali. Sia gli uomini e le donne Sikh sono stati ingiunto di coprire la testa come segno di rispetto e di umiltà davanti a Dio e in tal modo la fede Sikh rafforzato l ” uguaglianza fondamentale di uomini e donne.

Dal tempo di Guru Nanak, il turbante divenne sinonimo dell’identità esteriore di un Sikh, e ha continuato a rappresentare la credenza Sikh nell’uguaglianza di genere, nell’umiltà e nella supremazia di Dio.

Nel corso dei secoli, la comunità Sikh si sviluppò e prosperò sotto la guida dei nove successori di Guru Nanak. Ciò è culminato nella creazione dell’attuale cerimonia di iniziazione nella fede Sikh da parte del 10 ° Guru, Guru Gobind Singh nel 1699. Per le ragioni filosofiche sopra descritte, e l’ulteriore ragione pratica di coprire i capelli unshorn (uno dei cinque articoli di fede mandati da Guru Gobind Singh), l’uso del turbante è una componente integrante dell’identità Sikh e un sacro articolo di fede.

Indossare il turbante

Per praticare i Sikh, il turbante è essenziale per la loro identità e rimuoverlo è inconcepibile. Il turbante non serve solo una funzione spirituale, come notato sopra (es. per riflettere la credenza Sikh nell’uguaglianza di genere, l’umiltà e la supremazia di Dio), ma serve anche la funzione pratica di coprire e mantenere in atto i capelli non tagliati di un Sikh.

Il turbante non è un simbolo religioso ma un articolo di fede. Mentre oggetti come un crocifisso o altri gioielli sono opzionali, il turbante è obbligatorio e non può essere rimosso. I simboli sono semplicemente rappresentazioni dell’oggetto reale. Il turbante ha un significato religioso ma è molto più di un semplice simbolo. L’identità del Sikh si riflette nell’uso del turbante.

Il turbante non è come un cappello in quanto non può essere semplicemente messo e tolto. È accuratamente legato ogni giorno. È indossato in ogni momento all’interno e all’esterno da Sikh osservanti. Ci sono vari stili e dimensioni di turbante. I bambini più piccoli spesso indossano una patka che è un pezzo quadrato di stoffa legato sulla testa. A casa o per dormire, un turbante più piccolo o keski viene indossato al posto del turbante più grande. A seconda delle preferenze personali, i portatori scelgono diversi colori o tessuti per il turbante.

È inconcepibile che i sikh che mantengono i loro capelli unshorn non lo coprano con un turbante.

Poiché il turbante è parte integrante dell’identità Sikh, essere costretti a rimanere senza di esso equivale a chiedere ai Sikh di fare qualcosa che è completamente contro le loro convinzioni. I Sikh credono che Dio sia ovunque, e come segno di rispetto per Dio, e un riflesso della loro umiltà e fede nell’uguaglianza tra uomini e donne, i Sikh indossano il turbante ovunque.

Proprio come un individuo sarebbe estremamente imbarazzato nel dover apparire in uno stato di spogliarsi, un Sikh sentirebbe un simile livello di umiliazione nell’essere costretto a rimuovere il turbante. Corpi in tutto il Canada, come le forze di polizia e la Canadian Border Security Agency ritengono che la rimozione del turbante equivalga a una ricerca di striscia.

Il turbante e la fede Sikh

Qual è la fede Sikh?

La fede Sikh è la quinta religione più grande del mondo con più di 22 milioni di aderenti in tutto il mondo. Ci sono circa 10.000 Sikh in Quebec. La fede Sikh è una religione monoteista fondata nel 1469, da Guru Nanak, il primo dei 10 guru Sikh. La parola “Sikh” significa studente, e Sikh sono studenti o discepoli di guru. La fede Sikh ha come base, una credenza in un unico Dio e l’uguaglianza di ogni persona, indipendentemente dal loro sesso, classe, razza o fede.

Dopo l’istituzione della religione da parte di Guru Nanak, la religione ha attraversato un periodo di evoluzione di oltre 200 anni, che ha portato alla creazione di un gruppo distintamente distinto di discepoli che erano identificabili dai loro articoli di fede.

Le tre regole fondamentali della fede sikh sono ricordare Dio in ogni momento, guadagnarsi da vivere con mezzi onesti e condividere questa vita e le sue risorse con gli altri.

È importante che un Sikh viva e incarni i valori della fede sikh, il che rende essenziale la manifestazione esterna delle credenze. La fede sikh è intrinsecamente portatrice di un messaggio di vita, con l’ideale di una vita di lavoro, pratica religiosa e carità. L’identità Sikh è un modo pratico e visibile per riconoscere un individuo che ha intrapreso questa strada. Così, articoli di fede, indossati da un Sikh sono intrinseci all’identità dei Sikh.

Significato del Turbante

Per comprendere il significato spirituale del turbante, bisogna comprendere la storia e la filosofia dei Sikh.

I Sikh sono ferocemente contrari alle differenze nel trattamento delle persone per ragioni come il genere, la razza o la religione, che si riflette negli insegnamenti, nelle filosofie e nei costumi sikh. Credono nell’abolizione delle distinzioni di classe (come un sistema di gerarchia sociale delle caste) e denunciano la persecuzione degli individui sulla base di differenze di razza, credo, sesso, etnia, tradizione o stile di vita. Le Sacre Scritture sikh rimangono universalmente uniche, in quanto illustrano molti dei principi di uguaglianza in cui credono i Sikh. Le donne hanno un ruolo molto significativo nelle Sacre Scritture Sikh, che sono in molte sezioni, scritte con la voce femminile e riflettono una credenza in un Dio che è menzionato come madre e padre.

Guru Nanak (1469-1539) ispira le persone a sentire la presenza di Dio attraverso il duro lavoro, la famiglia, il volontariato e la difesa degli oppressi. Una pietra angolare della sua filosofia è stata la liberazione delle donne che hanno affrontato grande discriminazione in India nel 16 ° secolo.

Nella società in cui viveva Guru Nanak, le donne erano costrette a coprirsi il volto di fronte agli uomini, in segno di umiltà e rispetto per gli uomini, che detenevano uno status sociale più elevato rispetto alle donne. Guru Nanak ha respinto questa tradizione e ha indicato che nessuna donna dovrebbe essere costretta a coprire il viso di fronte agli uomini, dal momento che Dio aveva creato uomini e donne uguali. Gli uomini e le donne sikh sono stati quindi invitati a coprirsi il capo come segno di rispetto e umiltà davanti a Dio e in questo modo la fede Sikh ha rafforzato la fondamentale uguaglianza di uomini e donne.

Dai tempi di Guru Nanak, il turbante è diventato sinonimo dell’identità esterna di un Sikh e ha continuato a sostenere la credenza Sikh nell’uguaglianza di genere, nell’umiltà e nella supremazia di Dio.

Nel corso dei secoli, la comunità Sikh si è sviluppata e fiorita sotto la guida di nove successori di Guru Nanak. Ciò ha portato all’istituzione dell’attuale cerimonia di iniziazione alla fede Sikh da parte del 10 ° guru, Guru Gobind Singh nel 1699. Per ragioni filosofiche sopra spiegate e per di più una ragione pratica per coprire i capelli lunghi (uno dei cinque articoli di fede mandati dal Guru Gobind Singh), indossare il turbante è parte integrante dell’identità Sikh e un sacro articolo di fede.

Indossare il Turbante

Per praticare i Sikh, il turbante è essenziale per la loro identità e rimuoverlo è inconcepibile. Il turbante serve non solo una funzione spirituale, come detto sopra (ad esempio per riflettere la credenza Sikh dell’uguaglianza di genere, dell’umiltà e della supremazia di Dio), ma anche una funzione pratica di coprire e tenere in posizione i capelli non tagliati di un Sikh.

Il turbante non è un simbolo religioso, ma un articolo di fede. Mentre oggetti come un crocifisso o altri gioielli sono opzionali, il turbante è obbligatorio e non può essere rimosso. I simboli sono semplicemente rappresentazioni dell’oggetto reale. Il turbante ha un significato religioso, ma è molto più di un simbolo. L’identità dei Sikh si riflette nell’uso del turbante.

Il turbante non è un cappello, perché non può essere semplicemente tappato e rimosso. Viene ferito con cura ogni giorno. È indossato in ogni momento praticando Sikh sia all’interno che all’esterno. A casa o per dormire, viene indossato un turbante o un keski più piccolo invece di quello più grande.

È inconcepibile che i Sikh che mantengono i capelli lunghi non lo coprano con un turbante.

Poiché il turbante è parte integrante dell’identità Sikh, costringerli a rimanere senza di esso equivale a chiedere ai Sikh di fare qualcosa che è completamente contrario alle loro credenze. I sikh credono che Dio sia ovunque, e come segno di rispetto per Dio e un riflesso della loro umiltà e fede nell’uguaglianza tra uomini e donne, i Sikh indossano il turbante in ogni momento.

Proprio come un individuo sarebbe estremamente imbarazzato nel dover presentarsi svestito, un Sikh proverebbe lo stesso livello di umiliazione essendo costretto a togliersi il turbante. Organizzazioni in tutto il Canada, come la forza di polizia e la Canada Border Services Agency sostengono che rimuovere il turbante equivale a una ricerca del corpo (nudo).

Leave A Comment