Wes Anderson

‘The Royal Tenenbaums’ e ‘The Life Aquatic’

mainstream successo, anche se, non era lontano. Con l’uscita del suo terzo lungometraggio, The Royal Tenenbaums (ancora una volta scritto con Owen Wilson), Anderson ha guadagnato la combinazione di critica, botteghino e Accademia avviso che aveva finora eluso lui. Con un cast all-star che comprendeva Gene Hackman, Anjelica Houston, Gwyneth Paltrow, Danny Glover, Bill Murray, Ben Stiller e i sempre più famosi Luke e Owen Wilson, Anderson ha descritto il film in una conferenza stampa del 2002 come “…un film di New York… a proposito di una famiglia di—citare unquote—geni, e circa il loro fallimento e il loro tipo di sviluppo della loro famiglia…”Il film ha incassato più di $50 milioni a livello nazionale al botteghino, ha ricevuto una nomination all’Oscar per la migliore sceneggiatura e ha goduto di un plauso quasi unanime della critica.

A causa del successo di The Royal Tenenbaums, Wes Anderson è stato in grado di ottenere un budget molto più grande per il suo prossimo film, un totale di million 50 milioni. A causa della crescente domanda di Owen Wilson come attore, Anderson ha collaborato con Noah Baumbach per scrivere quello che è diventato Il Life Aquatic Con Steve Zissou. La storia parla di un oceanografo e documentarista della fauna selvatica di fama decrescente di nome Steve Zissou che sta inseguendo l’inafferrabile—e forse immaginario-squalo giaguaro.

Sebbene il film sia live-action, molte delle creature marine del film sono animate, segnando il primo uso dell’animazione in qualsiasi film di Anderson. Anderson assunse nuovamente Bill Murray, che in un’intervista del 2002 con The Telegraph chiamò “uno che probabilmente descriverò come un genio”, per recitare nel film, ma questa volta come protagonista.

The Life Aquatic ha rappresentato la più grande sfida delle riprese che Anderson aveva affrontato, come dettagliato in un’intervista alla rivista New York Magazine: “Avresti tutti questi pirati su una nave, e poi avresti messo gli attori principali sul posto, e una barca posizionata dietro di loro in modo che lo spettatore potesse avere una prospettiva sulla scala con cui stavamo lavorando, e le barche si stanno sollevando avanti e indietro, e quando avrai tutto pronto, il sole è sparito.”Alla sua uscita del 2004, il film ha incontrato recensioni critiche miste e ha anche ricevuto alcune critiche dal gruppo principale di fan che Anderson aveva raccolto dall’uscita di Bottle Rocket.

Anche al momento dell’uscita di Life Aquatic, molti critici iniziarono a notare l’importanza delle figure paterne nei film di Anderson. Rushmore aveva mostrato un giovane Max Fischer che tentava di identificarsi con un uomo d’affari di successo, I Tenenbaum reali ruotavano attorno a un patriarca avvocato una volta famoso che era stato non coinvolto nella sua famiglia per decenni, e un punto enorme della trama di Life Aquatic si occupava di un personaggio di nome Ned Plimpton (Owen Wilson) cercando di determinare se Zissou

In risposta, Anderson meditò a New York Mag: “Alla fine ho capito che è proprio l’opposto di quello con cui sono davvero cresciuto, e per me c’è qualcosa di esotico in questo about sono attratto da quei personaggi di figure paterne che sono persone più grandi della vita, e ho cercato mentori che sono così, quindi mi relaziono con loro. Ma non sono mio padre.”

‘ Darjeeling ‘e’Mr. Fox’

Anderson iniziò presto a lavorare su un altro film. Il collega regista e fan Martin Scorsese-che una volta si riferiva a Anderson come “il prossimo Martin Scorsese” in un’intervista con Esquire e ha nominato Bottle Rocket uno dei migliori film degli anni ‘ 90—ha incoraggiato il suo amico a esplorare l’India nel suo prossimo film.

Anderson ha preso a cuore questo consiglio e lo ha abbinato ad un altro desiderio: “Voglio scrivere con Roman e Jason”, ha detto al New York Magazine nel 2007. Al fine di realizzare entrambi questi obiettivi, Anderson, Coppola e Schwartzman salito su un treno in India “per fare il film, cercando di agire fuori. Stavamo cercando di essere il film prima che esistesse.”Il risultato è stato The Darjeeling Limited del 2007, con Schwartzman, Owen Wilson e Adrien Brody. Il film ruota intorno a tre fratelli estraniati che fanno un giro in treno attraverso l’India nel tentativo di riconnettersi. Ancora una volta, le recensioni critiche sono state miste.

Per il suo prossimo film, Anderson tornò alla sua tendenza dell’infanzia di rendere vive le sue storie preferite. Fantastic Mr. Fox (2009) è un film d’animazione in stop-motion basato sull’omonimo libro di Roald Dahl. È interpretato dal solito ensemble di attori Anderson, tra cui Murray, Owen Wilson e Schwartzman, nonché George Clooney e Meryl Streep, che danno voce a vari animali del bosco che si uniscono per combattere contro un contadino malvagio. Questo film è stato accolto con molto più ampio plauso della critica rispetto alla Darjeeling Limited e si è unito al Royal Tenenbaums come un altro film che ha ricevuto un cenno di Oscar nella filmografia di Anderson.

Premi Oscar per ‘Grand Budapest Hotel’

Ulteriori progetti di ensemble dallo stile distintivo sono seguiti sotto forma di Moonrise Kingdom nel 2012 e il successo commerciale The Grand Budapest Hotel nel 2014, con quest’ultimo vincitore di un Golden Globe per il miglior film, musical o commedia. Con un cast che comprendeva Ralph Fiennes, F. Murray Abraham e Tilda Swinton, Budapest ha anche ricevuto un enorme nove nomination agli Oscar, con Anderson che ha ricevuto il suo primo cenno Oscar regia. Alla cerimonia stessa, il film è stato riconosciuto per il suo straordinario tableau visivo, vincendo per trucco, costumi e design di produzione, nonché per la colonna sonora originale.

Anche se i film di Anderson tendono ad includere personaggi che, ha ammesso di intervistare, “potrebbero entrare in un altro dei miei film e avrebbe senso”, il suo marchio di commedia imbarazzante e talvolta triste rimane straordinariamente unico. Anderson è fiorito come regista che è stato in grado di creare film indipendenti sotto l’occhio di grandi studi per anni.

Leave A Comment